Lione - Torino

2017

 

 

22 DICEMBRE

Il CIPE recepisce l'informativa sull'adeguamento dell'asse ferroviario della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, tratta nazionale: elaborazione di un documento "Verifica del modello di esercizio per la tratta nazionale - fase 1 - 2030" e sullo sviluppo della progettazione definitva nell'ambito di una project review con riduzione dei costi.

 icona pdf Scarica l'esito della seduta Cipe del 22 dicembre 2017


 

7 AGOSTO

Con la Delibera n. 67 del 7 agosto il Cipe approva l'avvio della realizzazione del 1° e del 2° Lotto costruttivo della Linea Ferroviaria Torino-Lione sezione trasfrontaliera della Sezione internazionale, parte comune italo-francese, oltre a dare il via libera alla articolazione in 5 lotti costruttivi.

Con l’approvazione dell’opera secondo la ripartizione in 5 lotti costruttivi in osservanza di quanto disposto dalla legge n.1/2017 di ratifica degli accordi internazionali del 2015 e 2016 e con il finanziamento dei primi due lotti sulla base delle risorse già disponibili (circa 2,9 miliardi di euro) si potrà consentire l’avvio delle gare e, quindi, l’inizio dei lavori, rispettando le tempistiche e gli impegni internazionali sanciti. Inoltre, si permetterà il rispetto degli impegni assunti dal Governo anche per attingere alle risorse Europee già assentite, per oltre 300 milioni di euro.

Con l’approvazione dell’istruttoria sono infine garantiti gli impegni assunti, anche in tempi recenti, dal Governo, nei confronti degli enti locali e territoriali interessati dalla realizzazione dell’opera, portando a quasi 100 milioni di euro il valore delle misure di accompagnamento per  interventi di ristoro ambientale e sociale che saranno attuati sulla base di un programma da condividere nell’ambito dell’Osservatorio per l’asse ferroviario Torino-Lione.

icona pdf Scarica l'esito della seduta Cipe del 7 agosto 2017


 

12 GENNAIO

Viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio, la Legge n.1/2017: "Ratifica ed esecuzione dell'Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per l'avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, fatto a Parigi il 24 febbraio 2015, e del Protocollo addizionale, con Allegato, fatto a Venezia l'8 marzo 2016, con annesso Regolamento dei contratti adottato a Torino il 7 giugno 2016".

icona pdf Scarica il testo della Legge 5 gennaio 2017 n. 1

 


 

2016

 

 

27 GENNAIO

Paolo Foietta, Presidente dell'Osservatorio e Commissario di Governo per la Torino-Lione, assume l'incarico di Capo delegazione per l'Italia della Conferenza intergovernativa per la nuova linea.

 


8 MARZO

I governi italiano e francese sottoscrivono a Venezia il Protocollo addizionale che completa i precedenti accordi internazionali del 2001, 2012 e 2015. Il costo certificato del collegamento transfrontaliero è di 8,3 miliardi di euro: in valore assoluto, l'Europa coprirà il 40% dei costi previsti, pari a 3,3 miliardi di euro, la restante parte sarà in capo all'Italia per 2,9 miliardi, e alla Francia per 2,1 miliardi di euro. Per le opere da realizzarsi entro il 2019, del valore di circa 1,9 miliardi di euro, Francia e Italia beneficeranno di un contributo europeo del 41,08%, pari a 813,8 milioni di euro.

La sottoscrizione del Protocollo addizionale porta al massimo livello gli impegni per la tutela dell'ambiente e la lotta alla criminalità, rendendo possibile l'applicazione, per la prima volta in Europa, della normativa antimafia congiuntamente nei due Paesi.

icona_pdf Protocollo addizionale siglato a Venezia l'8 marzo 2016 tra Italia e Francia

 

 summit venezia 2 

 


8 APRILE

Nell’Allegato Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L.443/2001, art. 1, c. 1 al DEF 2016 del 8 Aprile 2016, all’interno della Tabella “Stato avanzamento delle 25 opere del PIS” è riportato il seguente intervento relativo alla linea AV/AC Torino-Lione (tratta comune, parte italiana)  con il rispettivo stato procedurale:

Fabbisogno finanziario e stato procedurale della nuova linea AV/AC Torino-Lione (Aprile 2016):

Intervento

Costo

(milioni di Euro)

Disponibilità

(milioni di Euro)

Fabbisogno

(milioni di Euro)

Stato procedurale Data fine lavori

Torino-Lione

(tratta comune, parte italiana)

2.633,0 2.564,0 69,0 Progetto definitivo 31/12/2029

icona_pdf Allegato Infrastrutture al DEF - Aprile 2016 

 


 

20 GIUGNO

L'Osservatorio Torino-Lione approva una revisione progettuale della tratta nazionale della Torino-Lione che consente di realizzare l'opera con minor impatti e risparmio di risorse.

icona_pdf Fasizzazione del progetto della Nuova Linea Torino-Lione. Scenario 2030 - Tappa 1

 


 

15 SETTEMBRE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, ha approvato il disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell’accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per l’avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, fatto a Parigi il 24 febbraio 2015, e del protocollo addizionale, con allegato, fatto a Venezia l’8 marzo 2016, con annesso regolamento dei contratti adottato a Torino il 7 giugno 2016.

 


16 NOVEMBRE

Il Senato della Repubblica italiana approva a larga maggioranza (187 voti favorevoli, 43 contrari, 4 astenuti) il disegno di legge di ratifica dell'Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per l'avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, fatto a Parigi il 24 febbraio 2015, e del Protocollo addizionale, con Allegato, fatto a Venezia l'8 marzo 2016, con annesso Regolamento dei contratti adottato a Torino il 7 giugno 2016. Il Dossier passa ora all’altro ramo del Parlamento per l’approvazione definitiva che consentirà di dare il via agli appalti per il Tunnel di Base secondo le nuove stringenti norme anti corruzione che saranno utilizzate, in Italia ed in Francia, su tutti i cantieri della sezione transfrontaliera, facendo della Torino Lione il primo caso in Europa di applicazione binazionale di una norma per la lotta contro la criminalità organizzata.

icona_pdf Ratifica del Senato italiano dell'Accordo Italia-Francia sulla Torino-Lione


1 DICEMBRE

Il Contratto di Programma tra RFI e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 2012-2016 -  aggiornamento 2016 -  parte investimenti  è  approvato con legge n. 225 dell’1/12/2016, l’opera “Cintura di Torino e connessione al collegamento Torino-Lione” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 4.393 milioni di euro, una copertura finanziaria complessiva di 66 milioni di euro da risorse MEF e un fabbisogno di 4.327 milioni di euro.

E’ disponibile, in corso di istruttoria al MIT, un nuovo progetto preliminare della tratta nazionale della linea Torino-Lione da Bussoleno a Settimo Torinese che consente di realizzare l'opera con minor impatti e risparmio di risorse.


17 DICEMBRE

Le principali associazioni imprenditoriali torinesi e piemontesi sottoscrivono una dichiarazione a sostegno della definitiva approvazione, prevista per i prossimi giorni in aula a Montecitorio, dell'accordo Italia-Francia che darà il via ai lavori della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino Lione. All'incontro, organizzato da Unione industriale di Torino, Confindustria Piemonte e Transpadana sabato 17 dicembre, sono presenti, oltre al Presidente della Regione Chiamparino, al Commissario di Governo Foietta ed al Direttore Generale di Telt Virano, le principali forze politiche sostenitrici della Torino-Lione rappresentate da numerosi parlamentari piemontesi, insieme a amministratori locali, imprenditori, rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati.

icona_pdf Testo della Dichiarazione a sostegno della Torino-Lione

 17dic2016 low2


19 DICEMBRE

A poco più di un mese dall'approvazione in Senato, anche la Camera dei Deputati, a larga maggioranza, approva il disegno di legge di ratifica dell'accordo Italia-Francia del 2015 per l'avvio definitivo dei lavori della linea transfrontaliera tra Torino e Lione.

icona_pdf Discorso all'aula di Montecitorio del relatore della Legge, On. Marco Causi

 

 


Archivio Lione - Torino


2015

 

 

20 FEBBRAIO
Il CIPE approva il progetto definitivo della tratta italiana della Sezione Transfrontaliera della Torino-Lione.

 


23 FEBBRAIO

Viene costituita la TELT (Tunnel Euralpin Lyon-Turin), società responsabile dei lavori di realizzazione e della gestione della nuova ferrovia Torino-Lione, partecipata al 50% da Fs e al 50% dallo Stato francese. L'assemblea generale dei soci nomina Hubert du Mesnil presidente e Mario Virano direttore generale.

 


24 FEBBRAIO

Nell’ambito del Summit Italia - Francia a Parigi, i Ministri dei Trasporti italiano e francese siglano l’accordo bilaterale sul progetto definitivo che assicura l’inizio dei lavori del tunnel di base entro il 2016.

 


26 FEBBRAIO

Francia ed Italia, tramite TELT, presentano a Bruxelles, nell'ambito del Meccanismo per collegare l'Europa (Connecting Europe Facility), il dossier di richiesta di finanziamento comunitario per un importo di circa 1,2 miliardi (40% di oltre 3 miliardi di lavori previsti nel periodo budgetario europeo 2014-2020), per la realizzazione della sezione transfrontaliera della nuova linea. Dei 1,2 miliardi il 59% (pari a 720 milioni di Euro) è destinato all’Italia, mentre il 41% alla Francia, sulla base degli accordi di ripartizione Italia-Francia.

 


10 APRILE

Nell’Allegato Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L.443/2001, art. 1, c. 1 al DEF 2015 del 10 Aprile 2015, all’interno della Tabella “Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche” è riportato il seguente intervento relativo alla linea AV/AC Torino-Lione (tratta comune, parte italiana)  con il rispettivo stato procedurale:

Fabbisogno finanziario e stato procedurale della nuova linea AV/AC Torino-Lione (Aprile 2015)

Intervento

Costo

(milioni di Euro)

Disponibilità

(milioni di Euro)

Fabbisogno

(milioni di Euro)

Stato procedurale Data fine lavori

Torino-Lione

(tratta comune, parte italiana)

2.633,0 2.564,0 69,0 Progetto definitivo 31/12/2029

 


20 APRILE

paolo foietta tav ansa TLF k0o 258x258IlSole24Ore Web

Il Consiglio dei Ministri nomina Paolo Foietta Commissario straordinario del Governo per la Torino-Lione e Presidente dell'Osservatorio per la realizzazione dell'asse ferroviario.


 

12 GIUGNO
Viene consegnata ai Governi di Italia e Francia, tramite la Commissione Intergovernativa (Cig) per la Torino-Lione, la certificazione dei costi redatta dal raggruppamento Groupement Tractebel Engineering Sa / Tuc Rail. Il costo definitivo dell'opera è di 8.160 milioni di €, a cui devono essere aggiunti 440 milioni per la galleria geognostica di Saint Martin La Porte.


 

29 GIUGNO
La Commissione Europea finanzierà i lavori, da ultimare entro il 2019, della Sezione transfrontaliera della Torino-Lione con un contributo pari al 41,08%. Si tratta di 813.781.900 euro, dei 1,981 miliardi di Euro, costo stimato per la prima fase dei lavori, a valere sui fondi della “Connecting Europe Facility”. Il contributo europeo copre la quota principale dell’opera, che sarà completata per la restante parte dai fondi nazionali di Italia e Francia rispettivamente con circa il 35% (pari a circa 693,35 milioni di €) e 25% (pari a circa 495,25 milioni di €).

 


1 LUGLIO

Nell'ambito delle attività dell'Osservatorio Torino-Lione è presentato un quadro di avanzamento dell'opera. La tabella che segue da conto anche dell'avanzamento della tratta nazionale.

Fase

Tratta

Da - a

Avanzamento tecnico

Avanzamento finanziario

1

Sezione transfrontaliera mista - Tunnel di base St. Jean de Maurienne - Bussoleno Progetto definitivo approvato (CIPE 20 febbraio 2015) Finanziato
Adeguamento linea storica mista Bussoleno - Avigliana Studio di fattibilità in corso Da integrare (81 milioni di Euro previsti nell'accordo 2012 non sufficienti)
1a Nuova linea tratta nazionale Avigliana - Torino (B. Pronda) Progetto definitivo in corso di approvazione; Progetti SFM in anticipazione (RFI) Da finanziare (necessario reperire risorse per anticipazioni)
1b Nuova linea tratta nazionale Torino (B. Pronda) - Settimo Torinese Progetto preliminare al CIPE Da finanziare

 


24 LUGLIO

L'avanzamento del Cunicolo della Maddalena, raggiungendo i 3.470 metri, incrocia il Tunnel di base.

 


31 AGOSTO

In occasione dell’incontro bilaterale Italia-Francia sulla Torino-Lione, TELT accoglie le delegazioni dei due Governi nella sede di Torino e nel cantiere della galleria geognostica di Saint-Martin-La-Porte in Savoia. Al centro dei temi affrontati in tale occasione è portata in evidenza la necessità di avviare in Italia e Francia la ratifica parlamentare dell'accordo del 24 febbraio 2015 integrato dal protocollo addizionale che recepisce la certificazione dei costi e il Regolamento dei contratti che fissa, per la prima volta in Europa, le stesse regole antimafia per l'intera opera indipendentemente dalla nazionalità dei cantieri.

 

2014

 

 

9 APRILE
Il Senato Italiano approva, in via definitiva, con 173 voti favorevoli, 50 contrari e 4 astenuti il testo dell’Accordo Italia-Francia del 30 gennaio 2012, che chiarisce le modalità di ripartizione degli oneri di realizzazione dell’opera fra i due Paesi, indica nella fasizzazione progettuale dell’opera la modalità attuativa della tratta internazionale e dà avvio alle trasformazioni societarie di LTF. L’Accordo è divenuto pienamente operativo con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Italiana del 7 maggio 2014, stante l’avvenuto completamento dell’iter approvato in Francia già nel novembre 2013.

 


14 MAGGIO

LTF Lyon Turin Ferroviaire firma il contratto per la realizzazione dei lavori di ricognizione sul tracciato del tunnel di base a partire dalla “discenderia” di Saint-Martin-la-Porte, in Savoia, che si compongono principalmente di una galleria geognostica di circa 9 km nell’asse e del diametro della futura galleria sud del tunnel transfrontaliero. L’appalto è stato assegnato al raggruppamento Spie Batignolles TPCI (capofila), Sotrabas, Eiffage TP, Ghella SpA, CMC di Ravenna e Cogeis SpA, nell’ambito del bando europeo pubblicato da LTF a fine 2012.
 
 

29 SETTEMBRE

La Regione Piemonte, con DGR 12-358, esprime il proprio parere positivo sul progetto definitivo con osservazioni e richieste di integrazioni.
 
icona_pdf Deliberazione Giunta Regionale Piemonte 29 settembre 2014, n. 12-358.
 
 

2 DICEMBRE
Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo dà parere favorevole al progetto definitivo del nuovo collegamento Ferroviario Torino Lione, parte comune italo-francese, tratta in territorio italiano, con prescrizioni. Tale parere contiene una esplicita richiesta per l'attribuzione di fondi da destinarsi a interventi sul patrimonio architettonico, artistico, archeologico e culturale in Valle di Susa.
 
 

15 DICEMBRE
Il Ministero dell'Ambiente dà parere favorevole con prescrizioni al progetto definitivo del nuovo collegamento Ferroviario Torino Lione, parte comune italo-francese, tratta in territorio italiano.

 

2013

 



31 GENNAIO
Viene presentato presso il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici il progetto definitivo del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione, parte comune italo francese, tratta in territorio italiano.

icona_pdf Presentazione progetto definitivo della linea.

 


APRILE

LTF, con l’avviso dell’inizio della procedura di pubblica utilità, dà l’avvio al procedimento di approvazione del progetto definitivo, con tappe che prevedono il deposito del progetto presso la Regione e gli enti locali interessati, la valutazione di compatibilità ambientale presso i ministeri competenti e la Conferenza dei Servizi finale.

 


6 GIUGNO

Il Consiglio dei Ministri approva lo schema di disegno di leggeconcernente la ratifica dell’Accordo stipulato a Roma, il 30 gennaio 2012, tra il Governo italiano e quello francese sul progetto di collegamento ferroviario tra Torino e Lione.

icona_pdf Comunicato Stampa Ministero dei Trasporti 6 giugno 2013

 


12 NOVEMBRE

  • Al cantiere della Maddalena inizia lo scavo con la fresa Gea
  • La Camera dei Deputati italiana ratifica a larga maggioranza il trattato internazionale del 30 gennaio 2012 sulla nuova linea ferroviaria Torino-Lione

 


20 NOVEMBRE

Si tiene a Roma il vertice italo-francese nel quale Francia ed Italia siglano una dichiarazione congiunta in cui confermano il carattere prioritario della realizzazione della nuova linea Torino-Lione.

I due governi si impegnano formalmente ad adottare tutte le misure necessarie per ottenere il co-finanziamento europeo ed in particolare a presentare nel 2014 alla Commissione europea una domanda congiunta per ottenere questo sostegno dell'UE al tasso massimo per il periodo 2014-2020.

icona_pdf Dichiarazione congiunta italo-francese 20 novembre 2013

 


2 DICEMBRE

Viene data notizia sulla Gazzetta Ufficiale francese della promulgazione della legge che autorizza l'approvazione dell'Accordo tra i Governi italiano e francese sulla realizzazione della nuova linea Torino-Lione.

icona_pdf Loi no 2013-1089 du 2 décembre 2013

 

 

2012

 



9 GENNAIO
inizia il progetto definitivo che dovrà essere ultimato entro 12 mesi.

 


30 GENNAIO
I governi italiano e francese firmano a Roma il protocollo addizionale al trattato di Torino del 2001, che sarà sottoposto ai parlamenti dei due Paesi per la ratifica. Il nuovo accordo sancisce le modifiche del tracciato, in particolare sul versante italiano, definisce le opere che verrano realizzate in una prima fase dal 2013 al 2023, ed identifica le modalità di governance del progetto e, in particolare, del futuro promotore pubblico che avrà il compito di realizzare la sezione transfrontaliera.
Il nuovo accordo conferma anche, come parte della prima fase, la ripartizione dei costi della sezione transfrontaliera: circa € 8,5 miliardi divisi tra Francia (42,1%), Italia (57,9% ) e UE che potrebbe coprire il finanziamento restante, pari al 40% del costo complessivo.
Infine, l'accordo stabilisce i principi adottati da entrambi i governi per il trasferimento modale per il traffico transalpino.

icona_pdf Carta Sezione Transfrontaliera

icona_pdf Documento Trasferimento Modale

 


3 FEBBRAIO
E' on line il nuovo blog interattivo ed informativo sulla linea di LTF all'indirizzo http://blogtorinolione.ltf-sas.com/

 


2 MARZO
Il Presidente del Consiglio Mario Monti interviene personalmente sul collegamento ferroviario ad alta velocità Torino-Lione con un discorso  televisivo alla nazione. (Guarda il video)

icona_pdf Dichiarazioni alla stampa del Presidente Monti al termine della riunione sui lavori di realizzazione della Torino-Lione.

 


5 MARZO
Alla vigilia della seconda riunione della Piattaforma sulla Torino-Lione di Chambéry, il Coordinatore europeo J.L. Brinkhorst partecipa a Torino ad un incontro in Prefettura con i vertici di Regione, Provincia e Città di Torino e rinnova il pieno sostegno dell'Unione Europea alla realizzazione della nuova linea.

icona_pdf Comunicato stampa Prefettura di Torino

 


 

14 GIUGNO
Transpadana organizza al Parlamento europeo a Strasburgo una riunione informativa sulla nuova linea ferroviaria Torino – Lione, destinata ai parlamentari di varie nazionalità coinvolti nel processo decisionale relativo alle nuove priorità infrastrutturali della “Rete Centrale” e al loro finanziamento nel prossimo periodo budgetario 2014-2020. Il Comitato Transpadana ed il Comité pour la Transalpine hanno esposto ai parlamentari europei i vantaggi del progetto per la crescita economica, l’occupazione e la salvaguardia dell’ambiente grazie al trasferimento dei traffici alpini dalla strada alla ferrovia.

Presentazioni al Parlamento Europeo:

icona pdf Italiano

icona pdf English

icona pdf Français

 


18 SETTEMBRE

Viene presentato il progetto della nuova stazione internazionale di Susa, progettata dall’architetto giapponese Kengo Kuma, vincitore di un concorso internazionale che ha visto la partecipazione di 170 studi di ingegneria ed architettura di varie nazionalità uniti in 49 raggruppamenti. 

icona_pdf Progetto della nuova stazione internazionale di Susa

 


9 NOVEMBRE
Transpadana partecipa a Parigi presso il Senato della Repubblica francese ad un incontro tra alcuni parlamentari francesi, italiani ed europei per ribadire l’impegno comune a favore della nuova linea Torino-Lione. Dalla riunione scaturisce un appello al Presidente della Repubblica ed al primo Ministro francese affinché la realizzazione del tunnel ferroviario sotto le Alpi, conditio sine qua non per lo sviluppo del trasporto merci su ferrovia, sia al centro del vertice italo-francese del 3 dicembre, che sono rispettivamente secondo partner economico uno dell’altro, con scambi commerciali che nel 2011 hanno raggiunto i 77 miliardi di Euro.

icona_pdf Appello al Presidente della Repubblica francese

 


30 NOVEMBRE
Transpadana organizza a Torino, alla vigilia del Summit Italia Francia di Lione del 3 dicembre, un incontro tra i propri soci piemontesi e il Consiglio di Amministrazione del Comité pour la Transalpine, cui partecipano 31 parlamentari piemontesi ed europei ed un parlamentare francese. E’ l’occasione per rinnovare il pieno sostegno alla nuova linea Torino-Lione da parte del mondo economico, politico ed istituzionale delle due Regioni coinvolte. Durante la riunione viene predisposta una lettera-appello al Presidente del Consiglio Mario Monti in vista del vertice.

icona_pdf Lettera Appello ai parlamentari italiani

 


3 DICEMBRE
Si svolge a Lione il vertice bilaterale in cui viene Francia ed Italia confermano l’interesse strategico del progetto relativo al nuovo collegamento ferroviario fra Torino e Lione,  un’infrastruttura prioritaria non soltanto per i due Paesi, ma per l'Unione Europea nel suo insieme ed adottano una dichiarazione separata su questo tema.

icona_pdf Dichiarazione Italia-Francia 3 dicembre 2012

 


DICEMBRE
La legge di stabilità 2013 assegna 2900 milioni di Euro complessivi alla linea: 840 dal 2013 al 2015 e 2100 dal 2016 al 2029.

 

 



Il sito utilizza cookie tecnici e analitici anonimi e di terze parti. Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni