2009



23 GENNAIO

Si svolge a Roma l’atteso incontro tra la delegazione della Conferenza dei Sindaci della Valle di Susa ed il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli.
Due ore di incontro prima di giungere a un testo finale condiviso che farà ripartire i lavori dell´Osservatorio tecnico sulla Torino-Lione, all’indomani del nuovo incarico affidato dal Consiglio dei Ministri all’architetto Virano: maggiori poteri come commissario straordinario per la definizione del progetto preliminare della linea, che dovrà essere redatto entro il 30 giugno 2010.
Secondo il documento sottoscritto «il governo ritiene necessario proseguire con la progettazione con i tempi indicati dal dossier europeo mentre saranno valutate la localizzazione e le tempistiche delle indagini geognostiche in funzione delle risultanze successive degli studi preliminari». Una frase che sembra accontentare le richieste delle amministrazioni valsusine perché non definisce come tassativa la data del gennaio 2010 per l´apertura del cantiere del tunnel geognostico di Chiomonte.
Un secondo punto, che riconosce le istanze dei sindaci, è quello in cui «il governo considera la proposta "Fare" un contributo interessante e la ritiene inseribile negli scenari che saranno sviluppati dal progetto unitario». Un altro importante punto è che “il Governo recepisce la sollecitazione dei sindaci all’unitarietà di finanziamento dell’intera linea, compatibilmente con le regole comunitarie” il che introduce la possibilità che i fondi europei siano spesi anche per la tratta nazionale.
Viene infine ribadita la funzione dell’Osservatorio nella predisposizione di tutte le fasi progettuali fino al termine della progettazione preliminare.

4 FEBBRAIO
Il Ministro Matteoli partecipa a Torino alla riunione dell’Osservatorio in cui viene approvato il documento redatto dal suo presidente Mario Virano sulle specifiche progettuali alle quali dovrà attenersi la progettazione della nuova linea. Sette prescrizioni che entreranno a far parte del contenuto contrattuale che sarà affidato a gara valido sia per la tratta internazionale che per quella nazionale.

25 MAGGIO

Viene assegnata la gara d’appalto di LTF per elaborare lo studio del nuovo Progetto Preliminare necessario per la definizione del nuovo tracciato della linea ferroviaria ad alta capacità Torino-Lione sul versante italiano della tratta transfrontaliera.

Il sito utilizza cookie tecnici e analitici anonimi e di terze parti. Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni