2016

 

 

27 GENNAIO

Paolo Foietta, Presidente dell'Osservatorio e Commissario di Governo per la Torino-Lione, assume l'incarico di Capo delegazione per l'Italia della Conferenza intergovernativa per la nuova linea.

 


8 MARZO

I governi italiano e francese sottoscrivono a Venezia il Protocollo addizionale che completa i precedenti accordi internazionali del 2001, 2012 e 2015. Il costo certificato del collegamento transfrontaliero è di 8,3 miliardi di euro: in valore assoluto, l'Europa coprirà il 40% dei costi previsti, pari a 3,3 miliardi di euro, la restante parte sarà in capo all'Italia per 2,9 miliardi, e alla Francia per 2,1 miliardi di euro. Per le opere da realizzarsi entro il 2019, del valore di circa 1,9 miliardi di euro, Francia e Italia beneficeranno di un contributo europeo del 41,08%, pari a 813,8 milioni di euro.

La sottoscrizione del Protocollo addizionale porta al massimo livello gli impegni per la tutela dell'ambiente e la lotta alla criminalità, rendendo possibile l'applicazione, per la prima volta in Europa, della normativa antimafia congiuntamente nei due Paesi.

icona_pdf Protocollo addizionale siglato a Venezia l'8 marzo 2016 tra Italia e Francia

 

 summit venezia 2 

 


8 APRILE

Nell’Allegato Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L.443/2001, art. 1, c. 1 al DEF 2016 del 8 Aprile 2016, all’interno della Tabella “Stato avanzamento delle 25 opere del PIS” è riportato il seguente intervento relativo alla linea AV/AC Torino-Lione (tratta comune, parte italiana)  con il rispettivo stato procedurale:

Fabbisogno finanziario e stato procedurale della nuova linea AV/AC Torino-Lione (Aprile 2016):

Intervento

Costo

(milioni di Euro)

Disponibilità

(milioni di Euro)

Fabbisogno

(milioni di Euro)

Stato procedurale Data fine lavori

Torino-Lione

(tratta comune, parte italiana)

2.633,0 2.564,0 69,0 Progetto definitivo 31/12/2029

icona_pdf Allegato Infrastrutture al DEF - Aprile 2016 

 


 

20 GIUGNO

L'Osservatorio Torino-Lione approva una revisione progettuale della tratta nazionale della Torino-Lione che consente di realizzare l'opera con minor impatti e risparmio di risorse.

icona_pdf Fasizzazione del progetto della Nuova Linea Torino-Lione. Scenario 2030 - Tappa 1

 


 

15 SETTEMBRE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, ha approvato il disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell’accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per l’avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, fatto a Parigi il 24 febbraio 2015, e del protocollo addizionale, con allegato, fatto a Venezia l’8 marzo 2016, con annesso regolamento dei contratti adottato a Torino il 7 giugno 2016.

 


16 NOVEMBRE

Il Senato della Repubblica italiana approva a larga maggioranza (187 voti favorevoli, 43 contrari, 4 astenuti) il disegno di legge di ratifica dell'Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per l'avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, fatto a Parigi il 24 febbraio 2015, e del Protocollo addizionale, con Allegato, fatto a Venezia l'8 marzo 2016, con annesso Regolamento dei contratti adottato a Torino il 7 giugno 2016. Il Dossier passa ora all’altro ramo del Parlamento per l’approvazione definitiva che consentirà di dare il via agli appalti per il Tunnel di Base secondo le nuove stringenti norme anti corruzione che saranno utilizzate, in Italia ed in Francia, su tutti i cantieri della sezione transfrontaliera, facendo della Torino Lione il primo caso in Europa di applicazione binazionale di una norma per la lotta contro la criminalità organizzata.

icona_pdf Ratifica del Senato italiano dell'Accordo Italia-Francia sulla Torino-Lione


1 DICEMBRE

Il Contratto di Programma tra RFI e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 2012-2016 -  aggiornamento 2016 -  parte investimenti  è  approvato con legge n. 225 dell’1/12/2016, l’opera “Cintura di Torino e connessione al collegamento Torino-Lione” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 4.393 milioni di euro, una copertura finanziaria complessiva di 66 milioni di euro da risorse MEF e un fabbisogno di 4.327 milioni di euro.

E’ disponibile, in corso di istruttoria al MIT, un nuovo progetto preliminare della tratta nazionale della linea Torino-Lione da Bussoleno a Settimo Torinese che consente di realizzare l'opera con minor impatti e risparmio di risorse.


17 DICEMBRE

Le principali associazioni imprenditoriali torinesi e piemontesi sottoscrivono una dichiarazione a sostegno della definitiva approvazione, prevista per i prossimi giorni in aula a Montecitorio, dell'accordo Italia-Francia che darà il via ai lavori della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino Lione. All'incontro, organizzato da Unione industriale di Torino, Confindustria Piemonte e Transpadana sabato 17 dicembre, sono presenti, oltre al Presidente della Regione Chiamparino, al Commissario di Governo Foietta ed al Direttore Generale di Telt Virano, le principali forze politiche sostenitrici della Torino-Lione rappresentate da numerosi parlamentari piemontesi, insieme a amministratori locali, imprenditori, rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati.

icona_pdf Testo della Dichiarazione a sostegno della Torino-Lione

 17dic2016 low2


19 DICEMBRE

A poco più di un mese dall'approvazione in Senato, anche la Camera dei Deputati, a larga maggioranza, approva il disegno di legge di ratifica dell'accordo Italia-Francia del 2015 per l'avvio definitivo dei lavori della linea transfrontaliera tra Torino e Lione.

icona_pdf Discorso all'aula di Montecitorio del relatore della Legge, On. Marco Causi