Il progetto S.T.R.E.E.T. mira a definire un nuovo curriculum professionale, l’Esperto in Mobilità Sostenibile e Turismo (ESMT), figura in grado di rispondere alle tendenze di mercato su due settori specifici, la mobilità e il turismo, che oggi rappresentano, in linea con le politiche dell’Unione Europea, un’opportunità di crescita economica, di sviluppo territoriale, di opportunità di impiego.

In effetti, l’attuale quadro territoriale europeo è costituito da nodi urbani, che accentrano reti e flussi, e zone periferiche che invece hanno bisogno di migliorare la loro accessibilità, promuovendo l’imprenditorialità e costruendo capacità locali competitive (Agenda Territoriale 2020). La figura dell’ESMT potrebbe quindi svolgere un ruolo fondamentale in questo quadro territoriale: il settore professionale legato alla mobilità necessita infatti di essere riqualificato in termini di competenze e know-how, con particolare focus sulle problematiche dell’accessibilità delle aree più periferiche che possono contare sul turismo come attività economica principale. Il settore turistico, strettamente intrecciato con il settore della mobilità, può innescare processi economici sostenibili, basati sul capitale ecologico e sul miglioramento del settore agricolo e forestale, nonché sull’intero capitale sociale.

Il nuovo profilo professionale dell’ESMT, coniugando mobilità e turismo in una prospettiva sostenibile, sarà in grado di lavorare specificamente in questi contesti turistici periferici (ad esempio, le valli alpine), acquisendo capacità avanzate e trovando opportunità lavorative in tutte le regioni europee. Queste considerazioni derivano dall’analisi dei dati relativi ai risultati nel campo dell’educazione e della formazione professionale nei settori considerati: per esempio, un’indagine recente ha messo in evidenza un tasso di occupazione di circa 2500 offerte di lavoro nel settore turistico e circa 1900 in quello della mobilità (EURES-03/2015).

È dunque richiesto un approccio multidisciplinare per raggiungere gli obiettivi progettuali: sviluppare l’imprenditorialità, in termini di conoscenza ed attitudini, rappresenta per un giovane la chiave per affrontare il mercato del lavoro. Per il profilo dell’Esperto in Mobilità Sostenibile e Turismo, l’imprenditorialità può essere un valore aggiunto, arricchendolo di competenze base per risolvere problemi ed incrementare la propria autonomia e responsabilità. Lo spirito imprenditoriale e la capacità di programmare e suggerire progetti innovativi ed idee di investimento sono qualità apprezzate in tutti i settori del mercato del lavoro, dal privato al pubblico.

Il progetto S.T.R.E.E.T. valorizza l’integrazione digitale nella formazione implementando la Piattaforma, chiamata Open Educational Resources (OER), con strumenti ICT attraverso cui sono forniti i programmi di formazione ed i corsi on-line (di base e specialistici), così come i risultati finali valutati. La Piattaforma è multifunzionale, strumento di e-learning, archivio di documentazione per la formazione, luogo virtuale degli esperti per lo scambio di buone pratiche e di opportunità lavorative a livello europeo. Indirettamente, essa supporterà studenti e lavoratori nell’acquisire e migliorare l’uso dell’ICT per l’apprendimento e le relative competenze digitali.

Un altro strumento è il cosiddetto Toolbox, di supporto alla Piattaforma, contenente tutti i contenuti studiati durante i corsi di base e specialistici, così come i casi studio selezionati dai partner del progetto. Esso è integrato direttamente nella Piattaforma ed avrà la forma di una pubblicazione in formato elettronico.

Nel progetto entrambi gli strumenti, la Piattaforma e il Toolbox, rappresentano i riferimenti principali per i partecipanti per tutta la sua durata e oltre la sua chiusura.

 


sito ufficiale  

EU flag Erasmus vect POS CMYK

logo street